Pagine

sabato 13 aprile 2013

Graffe

Ingredienti
400 grammi di farina 00 (oppure ½ 00 e ½  manitoba)
100 grammi di strutto
30 grammi di lievito di birra

  100 grammi latte tiepido
3 tuorli
15 grammi di zucchero
1 cucchiaino da tè di sale
Crema pasticciera per guarnire (clicca qui)
Zucchero semolato per guarnire
Olio di arachidi per friggere

Procedimento
In poco latte tiepido diluire il lievito e amalgamarlo con 130 grammi di farina (se vi è possibile usate una planetaria oppure procedete nella maniera tradizionale). Tagliare a croce la pasta e metterla a lievitare in luogo tiepido fin quando il suo volume non sarà raddoppiato. Trascorso il tempo unire i rimanenti ingredienti e lavorare accuratamente fino ad ottenere un impasto consistente, liscio e asciutto. A questo punto rimettere l’impasto in una scodella, ricopritelo con pellicola da cucina, e rimetterlo a lievitare per circa due ore.
Con l’impasto lievitato formare delle palline grandi quanto una piccola arancia (circa 50-60 grammi) oppure, se volete ottenere le ciambelle, ricavate dei bastoncini e dategli la forma di anello.  Ricopritele e farle lievitare ancora per un’ora.
Prima di procedere alla frittura è bene ricordare che si possono farcire prima, usando il metodo per le arancine, oppure friggerle intere e poi farcirle. Io vi consiglio e vi descriverò il secondo criterio.
Friggere le “graffe” in olio non troppo caldo (170°) e, una volta dorate, adagiarle su carta assorbente da cucina. Una volta completata la frittura,  passarle a zucchero semolato ed infine praticare un taglio al centro di ogni krapfen. Aiutandovi con una saccapoche, nella quale avrete versato la crema pasticciera, riempite le graffe fino a far fuoriuscire la crema (vedi foto). Per le ciambelle invece, una volta fritte, passarle nello zucchero semolato e sono pronte.

Nessun commento:

Posta un commento

Google+ Followers