Pagine

domenica 26 maggio 2013

Fabiana bruciata viva dal fidanzato, la rabbia della gente

Una lite per gelosia. Fabiana Luzzi, sedicenne studentessa di ragioneria, è morta per questo. Per l'ennesima violenza da parte del fidanzatino diciassettenne. "Le ho dato una coltellata, quindi ho deciso di bruciare il cadavere"- ha confessato -"Era ancora viva quando le ho dato fuoco"
--> Fabiana bruciata viva dal fidanzato, la rabbia della gente
Una lite per gelosia. Fabiana Luzzi, sedicenne studentessa di ragioneria, è morta per questo. Per l'ennesima violenza da parte del fidanzatino diciassettenne Domenico Morrone. "Le ho dato una coltellata, quindi ho deciso di bruciare il cadavere"- ha confessato -"Era ancora viva quando le ho dato fuoco". I due ragazzi avevano ripreso da poco il rapporto,il quale era caratterizzato da gelosie reciproche. Il ragazzo ha raccontato che venerdì è andato a prendere la fidanzata a scuola e di essersi poi appartato con lei in una strada isolata nelle vicinanze dell’istituto. Il minore ha poi detto di avere avuto la lite con la ragazza al culmine della quale l’ha accoltellata. Quindi ha gettato poco distante il coltello, insieme allo zainetto ed al cellulare della vittima, che non sono stati ancora trovati, e di essere andato poi a rifornirsi della benzina.

"Dovrebbero ammazzarlo. È troppo grave quello che ha fatto". Erano le imprecazioni della folla di alcune centinaia di persone si era radunata davanti la sede della Compagnia dei carabinieri di Corigliano Calabro, dopo che in città si era diffusa la voce del ritrovamento della sedicenne Fabiana Luzzi. La situazione, comunque, è rimasta sostanzialmente tranquilla. Col passare delle ore, la gente ha poi cominciato ad allontanarsi. La famiglia della vittima è stata definita "di persone per bene" da quanti erano presenti nello spiazzo della caserma.

Dove è morta la giovane qualcuno ha depositato un fiore, per avere un luogo dove piangere quella giovane vita spezzata. "Fabiana amava tanto la vita", dicono tra i singhiozzi i suoi amici. Qualcuno critica invece i comportamenti del giovane amore che si è trasformato in omicida e parla di violenze. Ricostruzioni segnate da rabbia e dolore, ma anche da tanta incredulità. Dall’alba si registra un mesto via vai nell’abitazione dei genitori della ragaazza , ultima di quattro figlie avute dal padre in due matrimoni. Il padre è un commerciante di ricambi per auto, mentre la madre è casalinga e tutti vogliono manifestare la propria vicinanza. "Non meritava la fine che ha fatto" è il commento più ricorrente.

Nessun commento:

Posta un commento

Google+ Followers